text.skipToContent text.skipToNavigation
      
articolo5.jpg

LE 5 APP CHE OGNI MOTOCICLISTA DEVE AVERE SEMPRE IN TASCA

      

EatSleepRIDE
Specializzazione o tutto in uno? Per chi preferisce battere la seconda strada la scelta più ovvia è EatSleepRIDE. Nata all’interno dell’omonima vibrante (e molto tecnologica) comunità online, l’applicazione racchiude (quasi) tutto quello che un motociclista armato di smartphone può desiderare. E dunque, mappe, tracciamento dei percorsi (con annessa possibilità di condivisione), raccolta di dati sugli angoli di piega e velocità raggiunte durante il tragitto, funzionalità per chiedere aiuto in caso di guasto e chi più ne ha più ne metta. Ciliegina sulla torta Crashlight, la tecnologia che riconosce un eventuale incidente e invia un messaggio di allerta a tre contatti designati con le coordinate della propria posizione. Perché la sicurezza viene prima di tutto.

Cellularline_Motorbike_app_smartphone_EatSleepRIDE (2).jpg

Ride The Way
L’obiettivo è quello di essere l’app di riferimento per i motociclisti tecnologicamente più esigenti. E non potrebbe essere diversamente visto che dietro lo sviluppo c’è un leader dell’innovazione a due ruote come Bosch. Il punto di forza di Ride The Way è la socializzazione dei percorsi che permette di tenere traccia dei propri tragitti (anche se durano più giorni) e di scoprire quelli effettuati da altri. Mentre il piacere di viaggiare in compagnia - raccontato da decine di film - è esaltato dalla funzionalità LiveSync che consente ai vari componenti della truppa dei centauri di sincronizzarsi in modo da poter controllare sullo smartphone in ogni momento la posizione di ciascuno. Più uniti di così...
 

Cellularline_Motorbike_app_smartphone_RideTheWay.jpg

Pirelli Diablo SBK
Non potete permettervi apparecchiature sofisticate per la raccolta dei dati sulle vostre performance motociclistiche? Niente paura, ecco l’app che fa per voi. Basta inserire qualche informazione sulla vostra moto e sulle gomme utilizzate e avere lo smartphone con sé. Il resto lo fa tutto Pirelli Diablo SBK offrendovi per ogni punto del vostro percorso dati su velocità, angolo di piega, accelerazione di gravità. Già che c’è, registra anche l’altitudine ed è in grado di determinare il tipo di asfalto affrontato. Che altro aggiungere? Raccomandata in particolare per gli appassionati della pista.

Cellularline_Motorbike_app_smartphone_Pirelli.jpg

Best Biking Roads
A volte per numero vale più di tante parole. In questo caso la cifra è 12.900 (e oltre). Ovvero la quantità di itinerari condvisi negli anni dalla community di Best Biking Roads, il sito più grande del mondo quando si tratta di percorsi per motociclisti. Se devi scegliere la strada che fa per te e vuoi andare sul sicuro basta che ti rivolgi a questo “classico” delle due ruote online che da tempo è anche un’app per smartphone con le stesse caratteristiche dello spazio web da cui è nata: completa, essenziale, appassionata. In una parola: imprescindibile.

Cellularline_Motorbike_app_smartphone_BestBikingRoads.jpg

Waze
Sì, va bene non è un’app specifica per motociclisti. E sì, le moto si districano tra il traffico meglio delle macchine. Ma non si può negare che per chiunque sogni le strade più libere possibile Waze sia l’applicazione più utile in circolazione. Per evitare ingorghi, code, rallentamenti o semplicemente per scegliere il percorso meno ingolfato tra quelli a disposizione, Waze funziona meglio per un semplice motivo: sfrutta l’intelligenza della comunità ovvero i dati condivisi tra tutti coloro che la utilizzano e che permettono alla tecnologia dell’applicazione di trasformarli in informazioni sul traffico e sulla velocità dei differenti tragitti. Dettagli non certo insignificanti per un motociclista.

Cellularline_Motorbike_app_smartphone_waze.jpg